Se mi sogni non dirmelo

Se sogni una persona e credi che esista un “collegamento spirituale” con lei, allora non solo sei fuori strada e senza patente ma rischi anche di investire qualcuno.

Se sogni una persona e credi che dicendoglielo ti si apriranno nuove porte della conoscenza astrale e molti buchi neri dispersi nello spazio si aggregheranno per formare un nuovo pianeta intitolato a voi due, allora ti consiglio di rileggerti la prima pagina del manuale delle giovani marmotte. Un buco è un buco e non si sposta. Stop.

Se sogni una persona, glielo dici, le chiedi “che accade?” e ti aspetti anche una risposta allora non solo sei vittima dell’illusione e hai dimenticato i fondamenti della fisica ma hai una lacuna grave pure in psicologia. I sogni sono espressione del tuo inconscio. Mica del suo.

 

Praticate gentilezze a casaccio e atti di bellezza privi di senso

Il titolo di questo post non è mio. E’ una frase che stava in un vecchio libro che ho letto molti anni fa “Brodo caldo per l’anima”.
Succedeva e succede ancora oggi  che mentre sono lì impegnata in qualunque lettura, qualche frase rimanga impigliata alla memoria. Resta lì. Dura anni. E finchè non la pubblico da qualche parte non se ne va. Ma non è sempre così… Continua a leggere

Regalare l’iPad ai nonni…

Fruibile, semplice, intuitivo e touch. L’iPad è il corrimano che serviva, il bastone che non si trovava, la chiarezza che mancava. E perchè non regalarlo ai nonni allora?
L’esistenza di un prodotto sul mercato che ricuce il digital divide non è quello che in fondo stavamo aspettando? Possibile mai che stiamo a lamentarci dell’assenza del plugin di flash, la mancanza di una usb e di una webcam?
E’ incredibile, più le cose si fanno semplici e meno siamo disposti ad accettarle.

Il ruggito*

Gli errori di chi “fa” internet e continua a non vedere. Un trend importante non ancora studiato sta per ruggire: le donne online.

Individuare, analizzare e capitalizzare online sembrano operazioni oramai consuete. Meno consueta però è l’azione di accostare queste operazioni ad una fetta di mercato che esiste da sempre ma non viene guardata attentamente: le donne.
Le ultime ricerche parlano chiaro: le donne online ci sono. L’universo “rosa” come molti ancora amano definirlo, è approdato online e muove i suoi passi dallo stesso numero di anni dell’universo “azzurro”, quello maschile… Continua a leggere